top of page

Il sovrappeso

Il tema del sovrappeso è un tema molto discusso. Se ne parla spesso nelle riviste pubblicate soprattutto in estate con risultati miracolosi in pochissimo tempo, magari con una pillola magica. Da decenni ormai, vengono sbandierate centinaia di panacee, una più efficace dell'altra - almeno così ci dicono - spesso provenienti da prestigiosi laboratori e presentate da veri o falsi professionisti del settore. Promettono una spettacolare perdita di peso in tempi record, spesso continuando a mangiare in modo "normale" senza modificare minimamente la propria alimentazione o il proprio stile di vita.


Una rapida perdita di peso è pericolosa. Perché mi chiederete? Se guardate le verdure coltivate con fertilizzanti e pesticidi, sono sempre belle grosse e piene d'acqua. Lo stesso vale per la carne allevata in fabbrica. Qualsiasi organismo vivente che si trovi di fronte a veleni chimici ha il saggio riflesso di diluirli trattenendo l'acqua per non raggiungere livelli di tossicità troppo pericolosi o addirittura mortali. L'organismo immagazzina il maggior numero possibile di questi veleni nei luoghi tranquilli e neutri noti come grasso.


Negli Stati Uniti, che ci hanno sempre preceduto e che hanno aperto la strada alla degenerazione cellulare con conseguenti malattie, l'esplosione dell'obesità, anche tra i bambini, è direttamente collegata a una moderna dieta di comodo. Questa dieta prevalentemente industriale, ricca di grassi saturi, povera di fibre e di alimenti latto-fermentati, è anche ricca di additivi chimici di vario grado di tossicità - alcuni dei quali progettati per migliorare l'appetibilità (l'industria alimentare non si preoccupa della vostra salute) - e di interferenti endocrini. È una dieta priva di vitamine e minerali che non nutre veramente (sono cibi morti senza nessun apporto di energia vitale), che genera voglie a tutte le ore e che porta a fare spuntini sistematici tra i pasti. Senza contare il disastro delle bevande super-zuccherate che sono diventate un punto di riferimento a livello mondiale, con la Coca-Cola in testa.


La pillola miracolo che vi fa perdere chili esiste ma può essere estremamente pericolosa con il rischio di portare a uno stato cronico patologico. Inoltre, queste pillole miracolo non vanno a risolvere il problema di base citato nel paragrafo precedente. Prima di tutto è necessario procedere a una nuova "educazione" alimentare con la preferenza ad alimenti d'origine vegetale e che contengono energia vitale. I cibi industriali sono cibi morti che andranno solo a "intasare" l'organismo con un apporto energetico pari a zero. Sarà inoltre necessario andare a ripopolare l'intestino con i batteri giusti. Certi di questi batteri come ad esempio il L. Gasseri, che fa parte della flora intestinale scarseggia perché è stato gravemente danneggiato dal "cibo" industriale e dal consumo folle di zuccheri, che è passato da 1 Kg all'anno all'inizio del 900 ai 30 / 50 kg di oggi.


Una volta che l'alimentazione ha ritrovato parametri coretti e la flora batterica risistemata, esistono diverse alternative per andare a sciogliere questo grasso colmo di tossine. Ad esempio si potrebbe utilizzare il Maitake (micoterapia), la cui azione è proprio quella di sciogliere il grasso, oppure si potrebbe pensare anche alla Bromelina che ha un'azione sulla congestione del fegato, la pulizia del sangue e della linfa. Sarà necessario per ogni persona capire il livello d'intossicazione, la massa grassa in eccesso e il terreno della persona. Solo in quel momento, si può consigliare un determinato fito/micocomplemento.


Consiglio inoltre di fare un percorso per tappe, senza essere frettolosi di arrivare il prima possibile al risultato. Sono importanti i passaggi per arrivare a un risultato estetico ma soprattutto salutare.


N. M. V.




20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Kommentit


Post: Blog2_Post
bottom of page