Luc Montagnier, premio nobel di medicina nel 2008: "le varianti provengono dalla vaccinazione"

Un anno fa, il Prof. Luc Montagnier affermava che la COVID-19 proveniva da un laboratorio, ma invitava la popolazione a non averne paura perché la natura fa bene le cose e si sbarazza del suo carico patogeno.


Per Montagnier, non c'è dubbio che le varianti (inglese, brasiliana, delta, ...) provengano dalla vaccinazione di massa che sta avvenendo. Il virus ha una capacità di mutazione molto rapida come del resto altri virus a RNA, come ad esempio il virus dell'influenza.


Secondo lui, il sistema immunitario di chi ha fatto la malattia naturalmente produce cellule T del sistema adattativo che proteggono anche dalle varianti. Malgrado si dica che queste cellule si formino anche per i vaccinati perché esse siano davvero protettive, dovrebbero formarsi anche le cellule della memoria immunitaria che tuttavia non si formano nei vaccinati, nei quali portano piuttosto ad anticorpi di breve durata con conseguente calo di efficacia e necessità continui richiami.


Montagnier afferma che la vaccinazione di massa è un terribile errore e non è accettabile in quanto responsabile delle varianti. I grafici parlano chiaro. L'aumento dei vaccinati segue da vicino l'aumento dei decessi.


Inoltre mette in guardia: "quando si vaccina durante il picco pandemico, l'infezione diventerà più forte. Le nuove varianti sono create dalla selezione degli anticorpi prodotti dalla vaccinazione. Il green pass è scandaloso e purtroppo siamo solo all'inizio di conseguenze sconosciute."


Montagnier fa ancora un appello ai medici: "comportatevi come tali e non come pecore che seguono ciò che dice l'ordine dei medici".


Alla domanda se si farà vaccinare, risponde negativamente invocando la sua coscienza e la sua anima.


N.M.V.


Link intervista: https://odysee.com/@Divulgation:e/PrLucMontagnierLesvariantsviennentdesvaccinations:1



72 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti