Come pulire il nostro organismo dopo una malattia grave o semplicemente per prevenirla?

La naturopatia si basa sul principio della pulizia. Proprio così, più il nostro organismo è pulito e più sarà difficile ammalarsi. Ma come fare a pulire il nostro intestino, il nostro sangue e la nostra matrice extracellulare? Per pulire le "tubature" (ossia l'intestino), è abbastanza semplice. L'enteroclisma è un ottimo metodo per pulire regolarmente l'intestino. Andrà a pulire l'ultima parte del colon, in maniera delicata ma permetterà di eliminare materiale putrefatto che a lungo andare, genererebbe non pochi problemi di salute. Abbinate all'enteroclisma l'assunzione di probiotici (almeno con 20 miliardi di batteri a dose). Per pulire il sangue, ho ricorso alla stimolazione degli agopunti e all'utilizzo degli oli essenziali. Visto il periodo vaccinale attuale, mi capita di procedere frequentemente con questo trattamento visto le reazioni avverse sempre più in aumento su persone vaccinate. Arriviamo alla cosa più difficile da pulire, ossia la matrice extracellulare che non è nient'altro che il liquido dove sono immerse le nostre cellule. Con l'alimentazione si fa certamente un buon lavoro, favorendo alimenti vegetali mineralizzanti. Tuttavia, è possibile rendere il lavoro più veloce e ritrovare una matrice depurata. Prima di proseguire con la pulizia della matrice extracellulare, va fatta una premessa. La matrice "s'inquina" per colpa soprattutto dalla nostra alimentazione e da ciò che respiriamo e come lo respiriamo. L'organismo avrebbe il potere di depurarsi. Ma visto che siamo per la più parte vaccinati contro le malattie esantematiche e sempre più assistiti farmacologicamente, questo potere viene annullato in gran parte. Di conseguenza, immagazziniamo tutte le scorie nella nostra matrice senza permettere all'organismo di espellerle. Ricordo che la malattia è l'espressione del corpo per eradicare il patogeno. I nostri nonni / bisnonni facevano molti più ascessi che la nostra generazione. Facevano male, erano spesso maleodoranti, ma una volta bucati (perché così si curavano), il pus era espulso assieme al patogeno e dopo qualche giorno si stava subito meglio. Con i vaccini e i farmaci, il nostro corpo non riesce più a reagire con la conseguenza che le scorie rimangono in profondità. Il patogeno era liberato, ma oggi giorno, in un mondo sempre più "farmaco-assistito", l'ascesso ha lasciato il posto al tumore. In Medicina Tradizionale Cinese, il tumore non è nient'altro che flegma, ossia pus che il corpo non è stato capace di espellere. Ma torniamo all'argomento di nostro interesse. Per pulire la matrice, ci sono le purghe. Attenzione, non confondete purga e lassativo. Sono due cose ben diverse. Consiglio solo in rarissimi casi i lassativi, anche se naturali (piante). Hanno la tendenza a rendere l'intestino pigro oltre a irritare la mucosa. Se proprio sono necessari, consiglio quelli detti meccanici (semi di lino in ammollo nell'acqua). Inoltre il lassativo pulisce la tubatura (intestino), ma non pulisce ne il sangue, ne la linfa (matrice). La purga ha il gran vantaggio di pulire l'intestino, il sangue e la linfa. Ci sono due tipologie di purghe:

  • le purghe saline: consigliate per pulire l'organismo dai cristalli acidi. Sono tutte quelle patologie dolorose che si risentono spesso nelle articolazione, la gotta, le litiasi renali, biliari,....,

  • le purghe oleose: consigliate per pulire le viscosità e i catarri (flegma) in profondità. Sono spesso patologie non dolorose, inizialmente, ma quelle con esito più grave (tumore, malattia autoimmune,...).

Oltre ad avere un effetto sull'organismo, la pulizia dell'intestino, del sangue e della matrice extracellulare ha anche un ottimo effetto sulla nostra psiche e sul nostro spirito. Permette di sentirsi più leggeri, più energici, pronti ad affrontare qualsiasi cosa.

Ogni tanto, una buona purga sarebbe consigliata anche se siete in buona salute. Anzi, vi permetterebbe di mantenere a lungo la vostra salute. N. M. V.



22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti