Effetti avversi alla vaccinazione: la parola alle vittime

Vi propongo una trasmissione radiofonica francese che mette in evidenza gli effetti avversi alla vaccinazione anti-COVID-19. È stata data la parole alle vittime della vaccinazione. Non elencherò tutti i casi, ma eccone alcuni. Particolarmente inquietante la testimonianza di Marc Doyer che condivide gli effetti avversi neurologici di sua moglie con il vaccino Pfizer. Oppure il caso di una Signora che lamenta problemi di equilibrio, acufeni, neuropatie, parestesie, insonnie, sensazioni sgradevoli dopo la prima dose del vaccino Pfizer. I medici, malgrado gli effetti avversi, consigliano la seconda dose, così da ottenere il così "ambito" green pass. O ancora il caso di una ragazzina di 12 anni, vaccinata con la prima dose di Moderna che lamenta un ciclo abbondante nei primi giorni, seguito qualche settimane dopo da sindromi influenzali. Il caso di Michel, pochi giorni dopo il vaccino non aveva più piastrine nel sangue e ricoverato da due mesi in ospedale. Il Dr. Soulier, medico generalista, conferma disturbi endocrini e particolarmente menorragia (anche su donne in menopausa), metrorragia o endometriosi. Non esclude a lungo termine la sterilità, senza parlare dell'esplosione di tumori e coagulopatie. Le sindrome premestruali sono all'ordine del giorno con emorragie uterine ma in maniera più inquietante anche emorragie vaginali. Un altro paziente ha ricevuto la terza dose Pfizer. Gli è stato diagnosticato una miocardite, oltre a vertigini persistenti. Il caso di una paziente che lamenta un nodulo sotto il braccio e tachicardia persistente. Inoltre, dopo la vaccinazione, è stata infettata da COVID-19. Gran parte dei medici si rifiutano di mettere in correlazione la vaccinazione con le diverse patologie riscontrate. Una grande omertà attorno alla vaccinazione è presente con la mancata segnalazione degli effetti avversi. Il sistema nervoso centrale è particolarmente toccato. Ricordiamo che Luc Montagnier parlava di sequenze di Prioni nella COVID-19 che lo ricordo si ricollega direttamente alla creutzfeldt jakob, più comunemente conosciuto sotto il nome del morbo della mucca pazza. Un'infermiera sospesa dal suo posto di lavoro il 15 settembre 2021, in seguito all'obbligo vaccinale francese per il personale sanitario, mette in avanti gli effetti secondari che non vengono annunciati da parte del personale sanitario. Parla di un ragazzino di 12 anni deceduto 72 ore dopo la seconda dose e di casi in aumento di miocardite sui giovani. Una kinesiologa, sospesa al 15 settembre 2021 per il rifiuto a vaccinarsi parla della scelta terribile tra farsi iniettare il vaccino sperimentale o la sospensione dell'attività lavorativa. Il Dr. Denis Agret ricorda che nella ricerca, si dovrebbe comprovare la non-pericolosità di un farmaco. Purtroppo, non è stato fatto per i vaccini. Decessi con embolie polmonari o trombosi su bambini e adolescenti sono in aumento. Patologie molto rare su questa fascia di età. Tra l'altro, gli stessi rapporti della Pfizer indicano un aumento di casi gravi per le persone sotto i 25 anni. La natalità nel 2021 è scesa in Francia del 13 % e la mortalità è aumentata del 8 % in confronto al 2020. Gli Stati stanno nascondendo la pericolosità della vaccinazione. Il Dr. Henrion-Caude mette in guardia sulle dosi. Maggiori saranno le dosi, maggiori saranno i rischi. Mettiamo fine a questa follia. Non date per oro colato ciò che dice il medico, non date per oro colato ciò che dico io, ma informatevi. Ci sono articoli scientifici che possono essere consultati da tutti. Fatevi la vostra propria opinione. Si tratta della vostra salute.


N. M. V.


https://www.radiocourtoisie.fr/2021/10/21/ligne-droite-du-21-octobre-2021/










28 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti