Feralen: potente ossigenatore e grande antivirale

Negli anni '80, tre biologi spagnoli dell'Università di Madrid, lavorando sulle infezioni virali, identificarono le proprietà di alcune perossidasi organiche, tra cui la nota catalasi, contenute in questa varietà di ravanello orientale (Cochlearia rusticana) che non era mai stata incrociata, mutata e trattata.


Il ravanello orientale rustico (Cochlearia rusticana) della famiglia delle Brassicaceae è tradizionalmente utilizzato per rafforzare il sistema immunitario e numerosi studi hanno confermato la sua efficacia in tutti i tipi di lesioni infettive per oltre 40 anni.


Infatti, attraverso un processo biochimico, la catalasi mantiene stabilizzato l'ossigeno nei tessuti, il che è particolarmente interessante su un terreno in stato di ipossia a causa di un'eccessiva carica virale parassitaria presente. Questa iperossigenazione potenzia quindi l'attività delle cellule T e impedisce la proliferazione virale.


All'epoca in cui l'AIDS stava causando la devastazione che conosciamo, i progressi nel campo degli antivirali sono stati bloccati da Big Pharma per due decenni, con una successione di regolamenti restrittivi. Il lavoro doveva quindi essere ignorato e relegato allo status di integratori alimentari, che non potevano vantare alcuna indicazione antivirale. Ma il Feralen è ricomparso in Spagna, culla della sua ricerca, ed è stato acclamato in Messico, dove ora riscuote un grande successo, grazie all'intervento di una nuova generazione di scienziati, tra cui il dottor Omar Castellanos, biologo e genetista.


Il ravanello rustico cinese contiene una perossidasi di base in grado di eliminare molti radicali nocivi. Secondo il dottor Gregorio Ramón Cebrián (1910-1990) questa molecola può correggere l'equilibrio elettronico alterato delle cellule parassitate da una carica virale. Va notato che un attacco virale o microbico provoca un'asfissia locale associata a una riduzione della risposta immunitaria; la situazione richiede quindi un apporto urgente di ossigeno (fino a 20 volte superiore al normale).


È proprio questo che fa la catalasi, un enzima antiossidante, che permette di eliminare il perossido di idrogeno (H2O2) residuo nei tessuti, trasformandolo in ossigeno (O2) e acqua (H2O); è quindi comprensibile che si verifichi un rilascio di ossigeno nell'organismo e un significativo miglioramento della funzione respiratoria. L'estratto di ravanello cinese è un ottimo ossigenatore e crea quindi un ambiente ostile allo sviluppo virale. Il prodotto non è infatti un antivirale, ma un enorme ostacolo alla sua diffusione.

Il Feralen contiene anche superossido dismutasi (SOD), enzimi che facilitano la comunicazione tra le cellule e costituiscono un'efficace linea di difesa contro i radicali liberi tossici prodotti dal metabolismo.


Nelle cellule:

  • Morte di virus, batteri, funghi, protozoi, nematodi e altri agenti infettivi,

  • Lisi delle cellule tumorali (distruzione),

  • Soppressione dell'attività NK (natural killer),

  • Sostegno a eritrociti, leucociti, piastrine, cellule endoteliali, fibroblasti, cellule polmonari e spermatozoi,

  • Fagocitosi di corpi estranei.


Nei fattori coinvolti nell'infiammazione:

  • Attivazione dei lipidi chemiotattici,

  • Inattivazione dei peptidi chemiotattici,

  • Inattivazione di antiproteasi, idrolasi leucocitarie, tossine batteriche, meta-encefaline.

Nei componenti cellulari:

  • Ossidazione degli intermedi glucolitici,

  • Ossidazione delle proteine,

  • Idrolisi (redox),

  • Perossidazione dei lipidi,

  • Depolimerizzazione dei mucopolisaccaridi.

Attività del Feralen:

  • Acne,

  • Asma,

  • Endocardite virale,

  • Gastroenterite (entro 24 ore),

  • Influenza (entro 2 giorni),

  • Herpes zoster,

  • Ipossia cellulare,

  • Infezioni batteriche da Influenzale,

  • Immunodeficienza,

  • Varie infezioni,

  • Metalli pesanti (alluminio, mercurio, piombo, cadmio...),

  • Mononucleosi infettiva,

  • Potente ossigenatore,

  • Perossidi residui (ad es. perossido di idrogeno),

  • Radicali liberi patogeni,

  • Raffreddore influenzale,

  • Sclerosi multipla cerebrale,

  • Varicella,

  • Virosi: carico elevato,

  • Virosi: infezioni virali delle vie respiratorie e del fegato,

  • Varicella-zoster.

A disposizione per ulteriori informazioni. Come dico sempre, non praticate il fai da te. Non è perché una cosa è naturale che non può fare del male. Si trovano i più potenti veleni in natura.


N. M. V.




8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti